Quando tenete in piedi due o tre storie

Quando tenete in piedi due o tre storie, non siete amanti meravigliosi, né persone scaltre e intelligenti.
Quando lasciate gli altri nel silenzio, usandolo come arma per ferire, non siete interessanti.
Quando illudete e mentite a qualcuno senza preoccuparvi dei suoi sentimenti, non siete furbi.
Quando non vi fate scrupoli pur di ottenere qualcuno già impegnato, e non pensate a chi ferite, chi potreste calpestare nel raggiungere i vostri scopi, non siete caparbi e coraggiosi, sprezzanti del pericolo e seduttori invincibili.
Quando tradite la fiducia di un partner, di un amico, di un figlio, di chiunque vi creda, non siete vincenti.
Tutti voi che agite con questa inquietante leggerezza, rendetevene conto: fate del male al prossimo.
Molti di voi ne sono consapevoli, e non se ne fanno problema. È questo il vero orrore.
Illudete, tradite, giocate, sottraete tempo ed energie preziosi a persone che credono in voi, pur di arrivare ad uno scopo solo: compiacere il vostro ego affamato!
La verità è che giustificate il vostro operato, pur di non dirvi apertamente che usate persone e situazioni per godervi il meglio di tutto e di tutti, e di farvi i vostri comodi.
Tutto ciò che fate, è cattiveria unita a malattia. Siete malati di voi stessi al punto tale da non vedere nemmeno lontanamente gli altri.
Siete voi il tasto dolente di questo mondo: uccidete anime anziché corpi.
Ed è il delitto peggiore
– Patrizia Perotti –

error: Invece di copiare, CONDIVIDI !!