Quante bugie ci raccontiamo pur di non dirci che qualcuno non ci vuole?

Quante bugie ci raccontiamo pur di non dirci che qualcuno non ci vuole?
Diventiamo saggi della vita altrui, pensando che loro non vedono la vera felicità, perchè non vedono noi.
Ci diciamo che aveva da fare, che non era il momento, che ha avuto traumi infantili, che non si fida del prossimo, che ha bisogno di elaborare, che gli serve tempo, che ha paura d’amare, che è talmente delicato che non ci cerca per non disturbare.
O ancora ci diciamo che è stupido, infantile, immaturo, che non comprende dove stanno le cose vere, che ha trovato l’oro e non l’ha capito.
Probabile. Ma serve davvero dirsi tutto ciò?
Se la nostra mente avesse solo un minuto di lucidità, ci prenderebbe per sciocchi.
Eppure sciocchi non siamo, perchè è chiaro che stiamo amando qualcuno, che proviamo un interesse che và al di là di una semplice attrazione. E in questo di sciocco non c’è assolutamente niente. Anzi.
Però, se solo ci pensassimo bene, quanta sofferenza ci risparmieremmo se ci dicessimo subito la verità?
Certo che poi alla fine soffriamo, e ci aspettiamo anche che l’altro soffra quanto noi, che la paghi in qualche modo.
Ma chi è stato il primo che non ha voluto vedere le evidenze? L’altro o noi?
Chi è stato che si è voluto illudere davanti a palesi segnali di disinteresse? L’altro o noi?
Se dall’altro lato non c’è mai stato inganno, se quindi nessuno ci ha mai voluto far vedere amore dove non c’era, il problema è stato solo nostro.
Non serve girarci attorno, è tutto molto semplice: se interessi a qualcuno, questo qualcuno non ti farà andare via.
Se gli interessi veramente, troverà il tempo e la voglia.
Se ti vuole davvero, andrà contro qualunque trauma passato, oltre qualunque paura. Credimi: non ti perderà.
Se qualcuno ha vero interesse per te, vorrà coltivarti, vorrà vederti, e non gli basterà mai.
Alla fine pensaci: non è vero che noi siamo necessariamente la felicità per qualcuno.
Chi siamo noi per poter presumere di sapere quale possa essere la vera felicità di un altro individuo?
Non è facile, ma basta farci il callo: dirsi la verità è l’unico modo per crescere davvero.
La verità fa male a volte, ma è l’unica che toglie le maschere, che spoglia le illusioni, e che veste di nuove consapevolezze la vita.
Perciò stavolta alza lo sguardo e guardati allo specchio.
Si, è così: quella persona semplicemente non ti vuole, o non ti vuole abbastanza.
Sapere il perchè non è così importante.
Molte volte non è un tuo problema, come altre volte nell’altro non è scattata la scintilla. Purtroppo anche questa è una cosa naturale che può accadere.
Metti un punto e vai a capo.
C’è la vita fuori che ti sta aspettando.
Quella vera

-Patrizia Perotti-

error: Invece di copiare, CONDIVIDI !!